Fin dalla sua prima edizione Diritti+Umani ha sostenuto l’adesione della Città di Padova alla Campagna Internazionale “Città per la vita – città contro la pena di morte” promossa dalla Comunità di Sant’Egidio il 30 novembre di ogni anno per ricordare la prima abolizione della pena di morte da parte del Gran Ducato di Toscana, nel 1786.

Insieme a Padova, attualmente sono quasi 2000 le città nel mondo che si sono dichiarate “Città per la vita” e si impegnano per l’abolizione della pena di morte. Le città che aderiscono al movimento “Cities for life” mettono a disposizione un monumento significativo come “logo vivente” – per Padova la torre dell’orologio in Piazza dei Signori – e nel giorno 30 novembre lo illuminano con una luce nuova per sottolineare l’impegno della città e dei suoi cittadini per un mondo senza pena di morte.

Le iniziative proposte, attraverso momenti informativi e di approfondimento, hanno inteso sensibilizzare i giovani delle scuole superiori e la cittadinanza sul tema specifico della violazione del diritto alla vita e della dignità della persona umana e sull’impegno della Comunità internazionale e dell’Italia per l’abolizione della pena di morte.

Ad animare questi incontri le testimonianze di ex condannati a morte che, dopo molti anni di carcere, sono riusciti a far affermare la loro innocenza, ma anche rappresentanti di associazioni umanitarie americane alcune delle quali fondate da familiari di vittime di omicidio che si oppongono alla pena capitale.

workshop-sottotitoli_08

Start typing and press Enter to search